Contenuto Principale
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Iscriviti gratis alla newsletter

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
A Grotte S. Stefano stiamo lavorando senza fare confusione PDF Stampa E-mail
Venerdì 03 Gennaio 2014 19:38

Il consigliere PD
Augusta Boco


Grotte santo Stefano
CRONACA
Il Consigliere Micci ha ragione quando afferma che le promesse sbandierate dal centrosinistra in campagna elettorale nei primi 100 giorni sono state disattese.

Si, 100 giorni possono essere tanti o pochi per una nuova Amministrazione che deve innanzitutto far chiarezza sulle problematiche ereditate. Tante sono state le difficoltà iniziali: dal crac dell’Esattoria ai rapporti complicati con gli uffici.

Quando la macchina è nuova anche il rodaggio va messo in conto.

Ma se oggi ci fosse stata la passata Amministrazione tutti i problemi di Grotte sarebbero stati risolti? Non credo!

Infatti, il centrodestra ha amministrato per ben 18 anni e i problemi in questione hanno certo origini recenti.

In questo ultimo decennio l’isolamento e l’indifferenza delle Amministrazioni viterbesi è stato totale.

I Consigli di Frazioni verranno istituiti perché sono il frutto di tanto lavoro portato avanti dai movimenti spontanei dei cittadini per l’autonomia locale.

Ricordo che fino agli anni ’90  in Circoscrizione a Grotte S. Stefano c’erano tre impiegati, tre cantonieri, un vigile fisso e due spazzini che pulivano le strade più strette del Paese. Questo personale una volta raggiunta la pensione non è stato più rimpiazzato.

Nel Cimitero non c’è più posto da più di un decennio.

Sono passati 200 giorni, poco è stato fatto, ma eliminare le tele e le tende di ben 18 anni di Amministrazione di centrodestra è stato più lungo del previsto.

L’amministrazione Michelini, sollecitata ampiamente dai Consiglieri, sta lavorando per mantenere le promesse attese e non solo.

In 200 giorni il sindaco Michelini è venuto a Grotte in tre occasioni, l’ultima durante le Festività Natalizie. Poche sono state le persone che hanno partecipato, purtroppo la gente non è più abituata a dialogare direttamente col Sindaco, è dai tempi dei sindaci Gigli, Ascenzi, Marcoccia, Fioroni, che i Grottani non vedono un Sindaco così tanto spesso.

Per non cadere nell’isolamento è importante il dialogo, solo con il dialogo e la comprensione tante criticità e tanti disservizi potrebbero essere risolti facilmente senza fare rumore o dar sfogo a qualche inutile personalismo, perché i servizi alla collettività non hanno colore politico, sono dovuti da chiunque governi.

Il consigliere PD
Augusta Boco