Contenuto Principale
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Iscriviti gratis alla newsletter

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Piano Urbanistico Comunale Generale: via libera dalla giunta comunale PDF Stampa E-mail
Venerdì 03 Gennaio 2014 14:25

Civitacastellana
CRONACA
Altro passo fondamentale nel percorso di formazione del nuovo strumento urbanistico generale (PUCG) di Civita Castellana che andrà a sostituire il Piano Regolatore Generale.

Dopo vari incontri con le categorie interessate e con i cittadini, la Giunta Comunale ha preso atto del Documento Preliminare di Indirizzo del Piano Urbanistico Comunale Generale con delibera n.400 del 23.12.2013, attivando il “Processo partecipativo per la formazione del documento preliminare di indirizzo”
Ciò al fine di coinvolgere nella redazione del nuovo strumento urbanistico, anche in fase preliminare, i cittadini, gli enti pubblici e le organizzazioni sociali, culturali, ambientaliste, economico professionali, attraverso la presentazione di proposte di interesse pubblico da valutare in sede di redazione definitiva del D.P.I.

“Mentre impazza la corsa al populismo, l’amministrazione comunale continua a lavorare nell’interesse della città – ha dichiarato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli - Arriva finalmente in porto la prima bozza del nuovo Piano regolatore, una prima stesura che verrà sottoposta alla cittadinanza per poterne ricavare ulteriori suggerimenti e miglioramenti.

Con il piano regolatore Civita Castellana torna a pensare al proprio futuro ed a guardare lontano, poggiando su due basi fondamentali: l’industria e la valorizzazione del patrimonio naturalistico. Confermiamo la vocazione di città industriale e proponiamo Civita con il nuovo parco naturalistico e archeologico urbano come una tra le città più attente all’aspetto naturalistico di tutta la Regione”.

Il percorso del nuovo piano urbanistico, di massima trasparenza e partecipazione, è finalizzato a portare in discussione in Consiglio Comunale un atto estremamente importante per il futuro di Civita Castellana, dopo adeguata pubblicizzazione e confronto. Il Documento è stato redatto dall’Ufficio di Piano secondo le disposizioni contenute nell’art. 32 della L.R. n. 38/99 e le “Linee di Indirizzo” approvate con deliberazione del Consiglio Comunale n. 34/2010 ed è il frutto di un lavoro che va avanti da quattro anni.

"Il nuovo piano urbanistico di Civita Castellana è un passaggio importante per la città e il territorio, avviene in un momento congiunturale estremamente difficile e per questo è necessario individuare uno strumento che sappia interpretare il prossimo futuro – ha dichiarato l’Assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici, Gianluca Cerri - E' stato un lavoro complesso effettuato da una pluralità di competenze tecniche e svolto con attenzione per il territorio e la condivisione delle scelte, abbiamo puntato sulla massima trasparenza e coinvolgimento dei cittadini come non mai per un atto di pianificazione urbanistica a Civita Castellana.

Cinque sono gli assi sui quali si basa il piano e sui quali la città scommette sul suo futuro:

1) Consolidamento e rilancio della produzione industriale attraverso l'ampliamento dell'area produttiva; l'individuazione di una zona a servizi; l'intervento sul nodo viario di Borghetto; la riqualificazione della zona produttiva e turistica lungo la Flaminia; il miglioramento del collegamento con le aree industriali di Fabrica di Roma e Corchiano; l'implementazione della zona artigianale.

2) Mantenimento del ruolo di polo di servizi pubblici e privati comprensoriali attraverso la realizzazione di tre nuovi collegamenti di penetrazione tra la circonvallazione e il centro abitato.

3) Costruzione della filiera produttiva connessa con il settore turistico con la previsione di un parco archeologico della Valle di Celle; di un monumento naturale che colleghi il centro storico con la Via Amerina; apertura di un circuito turistico a Borghetto.

4) La produzione agricola, la tutela del paesaggio agrario e la qualità ambientale. Attenzione alla produzione agricola di qualità; valorizzazione del sistema delle forre; riqualificazione delle zone agricole compromesse.

5) La tutela del welfare urbano e il consolidamento dell’abitato attraverso l'implementazione di servizi pubblici; il miglioramento del sistema viario e di servizi di Sassacci e del Centro Storico.

Su questi temi generali è fondamentale, quindi, articolare la discussione superando gli inevitabili interessi particolaristici e concentrarsi sulle scelte prioritarie per Civita Castellana."

Il documento composto da elaborati grafici e relazioni viene pubblicato integralmente sul sito comunale (amministrazione trasparente/pianificazione e governo del territorio). Nei prossimi giorni verrà pubblicata anche la modulistica necessaria per presentare, da parte dei cittadini, proposte e osservazioni di carattere generale e migliorative.