Contenuto Principale
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Iscriviti gratis alla newsletter

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Sandrino Aquilani invia la Buona Pasqua ai Vetrallesi PDF Stampa E-mail
Sabato 30 Marzo 2013 15:28
Vetralla Cari concittadini, mi rivolgo direttamente a ognuno di voi, con un messaggio che vuole essere  nello stesso tempo un augurio e argomento di riflessione. Prendo spunto dai cambiamenti che hanno investito il nostro Paese, che denuncia risvolti economici e sociali sempre più drammatici, basta pensare al crescente preoccupante fenomeno della disoccupazione. Ormai, dobbiamo renderci conto che non esistono più categorie protette, che dobbiamo rimetterci tutti in discussione.

Dobbiamo partecipare questo cambiamento epocale da protagonisti, proponendoci senza indugio alcuno di “fermare i contatori che girano inutilmente”, di eliminare gli sprechi, ridurre i costi, ottimizzare le risorse, conservare il patrimonio, ritrovare sicurezza nella Comunità e dentro la famiglia, difendere la natura e l’ambiente. Essere di guida e di riferimento.

Certo non tutte le cose dipendono da noi, assistiamo in questi giorni, e da tempo, a un susseguirsi di eventi che seppure straordinari, sarebbero alla portata per una degna risoluzione; e ci aspettiamo da chi ci guida, una nuova estrema consapevolezza.  

Affermiamo  con forza che non esistono solo gli interessi di appartenenza, che per carità vanno anche considerati, ma che in situazioni di emergenza Nazionale e Internazionale,  vanno posposti a un interesse generale più ampio perché possano incontrare i desideri e i bisogni di tutti gli italiani.

Più rispetto ci vuole per chi ha dato la vita perché il nostro mondo fosse migliore, se andiamo avanti così rischiamo di sciupare anche la speranza e rendere vano ogni sacrificio.

Dobbiamo fornire risposte ai giovani che sono fuori dal mondo del lavoro, costruire nuove certezze per chi il lavoro lo ha perduto o rischia di perderlo.

Per fare degli esempi, la Raccolta differenziata è un’opportunità, sta a noi coglierla appieno, è il motivo per osservare le leggi, l’occasione per rispettare l’ambiente, e non ultimo, unico modo per ridurre la tassa di raccolta e smaltimento rifiuti, in termini semplici: per risparmiare.

C’è un grande bisogno di recupero del decoro urbano; che ognuno di noi provveda a tenere in ordine le proprietà personali, specialmente quelle che confinano con strade, piazze e aree pubbliche; oltre alla decenza, ne va anche della pubblica incolumità.

Rispettiamola la nostra Città, la viviamo tutti; a che vale sporcare i muri, prendersela con i segnali stradali, sradicare le colonnine dell’Enel, rovesciare i cassonetti, distruggere i giochi e gli arredi urbani magari appena installati; vigiliamo con responsabilità su questi atti insensati. Non giova sfasciare, credetemi è più gratificante diventare costruttori di armonia e di pace, essere di esempio e di utilità, dal singolo possono scaturire cose buone per tutti.

La libertà è un dono e un compito, non dobbiamo dimenticarlo noi, dobbiamo ricordarlo a chi è vicino a noi; una bella Città, accogliente, pulita, organizzata, attrae la vita, vince le sfide aperte sul futuro e crea prospettive di occupazione.

Siamo consapevoli che l’Amministrazione è di tutti, a disposizione del Cittadino, delle Imprese, delle Associazioni, delle Comunità Religiose, delle Realtà Scolastiche, Agricole, Artigianali, Commerciali, Industriali, per dare informazioni, consigli, risposte alle iniziative e alle idee, in una unità di intenti ritrovata. Da noi responsabili, nei ruoli, nelle competenze, ci si aspetta di più, non possiamo deludere chi sta male, chi soffre, chi coltiva una speranza nuova.

Dobbiamo più disponibilità agli altri, oltre che recuperare la giusta rigorosità con noi stessi.    

Forti del nostro impegno saremo in grado di ripartire presto e bene.

Questo messaggio, come dicevo all’inizio, vuole essere un augurio e una promessa, che ci scambiamo fedelmente in occasione di questa Santa Pasqua, perché questa ricorrenza religiosa sia soprattutto la festa della serenità sociale.

I miei auguri, giungano a voi che siete qui e alla Città di Vetralla, uniti a quelli dell’Amministrazione e del Consiglio Comunale.

Felice Pasqua a tutti
Sandrino Aquilani
 
Ricerca / Colonna destra

Utenti online

 54 visitatori online
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner